SEGNI di Giovanni Carta

COMUNE di SAMUGHEO

MURATS

Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda

presentano

“SEGNI”

02.02.2018 > 04.03.2018

Inaugurazione venerdì 02 febbraio ore 18:00

Museo MURATS

 

Il MURATS, Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda, ed il Comune di Samugheo, dedicano il primo appuntamento della programmazione annuale alle opere di Giovanni Carta. La mostra dal titolo “SEGNI”, curata dal Direttore del museo Baingio Cuccu e da Anna Rita Punzo, nasce dalla volontà di ripercorre e tracciare le tappe fondamentali della personale riflessione condotta dall’artista, attorno al binomio astrattismo pittorico/ materia tessile. Il percorso espositivo sarà inaugurato Venerdì 2 Marzo alle ore 18.00, alla presenza del Sindaco di Samugheo, Antonello Demelas, e dei curatori e sarà visitabile fino al 4 Marzo.

Dopo “FIAT LUX”, la personale di Giovanni Carta recentemente conclusasi presso la Pinacoteca “Carlo Contini” di Oristano, mostra che ripercorreva la produzione dell’artista attraverso una selezione di oltre 60 opere realizzate nel corso del lungo arco cronologico 1973/2017, Baingio Cuccu e Anna Rita Punzo riprendono il filo del discorso tracciato dal progetto firmato Fenu, Loi e dalla stessa Punzo, per scrivere una nuova narrazione che intende approfondire la riflessione condotta dall’artista attorno al binomio astrattismo pittorico/materia tessile. La sperimentazione e la ricerca che definiscono questo peculiare aspetto del lavoro di Carta, caratterizzano nello specifico le opere realizzate su tessuto verso la fine degli anni 80 e nel corso del 2016, e conducono ad esiti differenti, accomunati da un coerente e raffinato astrattismo. Se le prime produzioni sono caratterizzate dall’impiego di ossido di ferro, da tratti ampi, morbidi e circolari che seguono l’andamento del gesto pittorico e rivelano la traccia del pennello, nelle opere più recenti emergono policromia geometrica, accostamenti pop, sintesi e rarefazione del segno.  In mostra, oltre ad un nutrito corpus di opere su stoffa e su carta, anche tre rari bozzetti per tappeti realizzati nel 1986 impiegando la tecnica del collage polimaterico. “SEGNI” intende esplorare e rivelare una dimensione poco nota della produzione di Carta: l’artista indaga le possibilità espressive del tessuto, dialoga con stoffe diverse, individua punti e zone critiche della trama, interviene con operazioni stilistiche, compositive e cromatiche che rivelano un poetico rigore emozionale.

 

Giovanni Carta

Giovanni Carta nasce ad Ota (Francia), il 19 Marzo 1938. 

Corso per nascita ma sardo di adozione, trascorre gli anni della formazione a Sassari, dove frequenta l’Istituto Statale d’Arte sotto la guida di Stanis Dessy e Filippo Figari. Nel 1962 si trasferisce ad Alghero, dove tutt’oggi vive e lavora. Nel corso della sua lunga attività artistica ha partecipato a numerose mostre personali e collettive. I suoi lavori sono annoverati tra le opere di pregiate collezioni pubbliche e private nazionali ed internazionali.



Lascia un commento