INTRECCI LIBERI

COMUNE di SAMUGHEO
MURATS – Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda
presentano
“INTRECCI LIBERI”
12.03.2017 > 16.04.2017

Il MURATS, Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda, ed il Comune di Samugheo, dedicano il secondo appuntamento della programmazione annuale, alle opere della Fiber Artist Daniela Frongia (Jana’S). La mostra dal titolo INTRECCI LIBERI, curata da Anna Rita Punzo, vuole essere un omaggio all’antica produzione tessile isolana di cui il MURATS è custode e, al contempo, far emergere le profonde influenze esercitate dalla tradizione manifatturiera nella ricerca artistica contemporanea.
Il percorso espositivo sarà inaugurato Domenica 12 Marzo alle ore 19:00 alla presenza del Sindaco di Samugheo Antonello Demelas, del Direttore del Museo MURATS Baingio Cuccu, della curatrice Anna Rita Punzo e dell’artista e sarà visitabile fino al 16 Aprile.

Dopo perfiloepersegno, la personale di Daniela Frongia presentata a Barumini presso il Centro di Comunicazione e Promozione del Patrimonio Culturale “Giovanni Lilliu”, in occasione della Terza Expò del Turismo Culturale in Sardegna, prende forma INTRECCI LIBERI, una nuova ed originale narrazione creativa che integra un’attenta selezione di opere note, ad oltre 30 pezzi inediti realizzati in esclusiva per il Museo MURATS. Con l’ultima produzione, la Frongia prosegue ed approfondisce la propria personale riflessione sulle potenzialità espressive delle fibre e della tradizione tessile, impiegando tecniche inusuali e concentrandosi sulla creazione di straordinarie superfici stratificate che combinano materiali di recupero, filati, ricami, terre e pigmenti naturali. Ricerca, sperimentazione e dedizione sono i tratti distintivi di opere ed installazioni dal forte impatto visivo, tattile e sensoriale capaci di ripercorrere e raccontare il lungo e complesso procedimento di manipolazione della materia dal seme al filo. Daniela Frongia osserva la natura, ne rispetta gli equilibri, ascolta la materia che suggerisce la forma e attraverso l’atto creativo ne accompagna la trasformazione in opere dalla sofisticata dimensione scultorea e dal carattere innovativo; armonia e ritmo scandiscono l’esecuzione, armonia e ritmo definiscono l’esito artistico finale.

Daniela Frongia – Jana’S, nasce nel 1981 a San Gavino Monreale.
Inizia il percorso formativo presso l’Istituto Statale d’Arte “Carlo Contini” di Oristano e matura la propria preparazione all’Accademia delle Belle Arti di Firenze. Prende parte alla V e alla VI edizione di “Networking”, il progetto per la promozione dell’arte contemporanea durante il quale affianca personalità internazionali come John Duncan, Melissa Pasut, Cesare Pietroiusti. In questa prima fase, l’intensa attività della Frongia abbraccia produzioni e media espressivi differenti: installazioni, performance, video, fotografia, pittura. Tornata in Sardegna, declina gradualmente il proprio interesse verso le arti plastiche e le forme legate al fare artigianale tradizionale, in particolare la manifattura tessile. Trame e fili intervengono nello spazio pittorico per definire suture, lettere, ramificazioni. La produzione più recente è caratterizzata da un approccio più intimo con la natura e la materia; l’artista lavora terra, fibre, legno e pigmenti per creare forme che imbastiscono dialoghi con il proprio universo interiore e il mondo che la circonda. Tutte le fasi della lavorazione sono seguite ed eseguite dalla Frongia che semina, raccoglie, fila, tesse, cuce e ricama personalmente le proprie opere; ogni gesto è parte integrante di un atto creativo contemporaneo, dal forte potere evocativo.



Lascia un commento